Via del Corso 18
(Piazza del Popolo)
00186 Roma / Italia

Tel. 0039 06 32 650 412
Fax 0039 06 32 650 449

E-mail:

Nome:

Cognome:



Leggi le recensioni su
Casa di Goethe
su TripAdvisor.


 

 

Panorami di Roma


Con l’aiuto della Ernst von Siemens Kunststiftung e della Kulturstiftung der Länder è stato possibile acquistare per la Casa di Goethe questi panorami della prima metà del XIX secolo. Tre disegni completano ora la collezione della Casa di Goethe, mentre un quarto disegno (Bellin) è stato acquistato dalla Ernst von Siemens Kunststiftung, che lo lascia in prestito al museo goethiano.

I disegni, tutti in ottimo stato di conservazione, provengono dal antiquariato romano e sono opere di Noël-François Bertrand (1784-1852), Philipp Gerhard Stöhr (1793-1856), Samuel Bellin (1799 – 1893) e Eugène-Louis Lequesne (1815 – 1887). Tutti i fogli mostrano uno scorcio di Roma  dalla zona intorno alla chiesa di Trinità de’ Monti. Si tratta di un documento unico nel suo genere che racconta i mutamenti urbanistici avvenuti in un periodo di oltre 35 anni – un progetto “Google Earth” dell’Ottocento.

Il panorama più bello è senza dubbio quello di grande formato realizzato nel 1832 dall’inglese Samuel Bellin da Palazzo Zuccari (oggi sede della Bibliotheca Hertziana). Il disegno a matita, ritrovato solo di recente, è composto da cinque fogli. Con un angolo visuale di 180 gradi, esso mostra una veduta dalla torre di Villa Malta fino alla facciata con le due torri di Trinità de’ Monti.  L’artista utilizzò un procedimento nuovo per l’epoca: con un cornice quadrata girevole, fissata su un punto, catturò con la matita il dettaglio del paesaggio urbano che appariva all’interno della cornice. Il suo panorama è non solo una riproduzione topografica di altissima precisione, ma anche un incunabolo del genere “Panorama”, per l’epoca considerato un precursore del cinema. Bellin documenta la città nell’ultima fase del regno papale, prima dei cambiamenti prodotti dal nuovo Regno d’Italia e ci dà un’idea  della Roma di Goethe.